giovedì 30 agosto 2012

SPAGHETTI ALLA CREMA CON RAGU' DI LAMPONI E POLPETTE DI CIOCCOLATO FONDENTE

Ma si può rinunciare ad un piatto di spaghetti?
Ma con il caldo di questa stagione bisogna trovare un alternativa!
E se preparassi un piatto di spaghetti gelato molto più rinfrescanti di una carbonara?
Allora...."Pochi minuti 
ed il primo è servito..."
Allora questi spaghetti fanno proprio al nostro caso.




Ingredienti per 4 persone:
-  400 gr. di gelato alla crema
- 250 gr. di Lamponi
-  3 cucchiai di zucchero
-  zucchero a velo
- palline di cioccolato ricoperte di polvere di cacao
- zucchero a velo

Preparazione della ricetta:
Anticipatamente mettere in frigo i piattini su cui servirete gli spaghetti e ilo schiacciapatate.
In una padella mettete lo zucchero ed i lamponi e e quando lo zucchero si sarà sciolto, togliete tutto dal fuoco e frullate con un mixer ad immersione. se risulta troppo denso allungate con un pò di latte.
Mettere la crema nello schiacciapatate e premendo fate scendere sul piatto di portata, freddo, gli spaghetti.
Versarci del ragù di lamponi, delle palline di cioccolato e una pioggia di zucchero a velo. 
E gli spaghetti sono pronti.
Un consiglio, se dovete fare parecchie porzioni, preparate gli spaghetti , senza il condimento, nel piatto e surgelateli.  Quando dovrete servirli, tirateli fuori e conditeli.


Tempo indicativo di preparazione:5minuti
Tempo indicativo per la cottura: 3 minuti
Tempo totale della ricetta: 8 minuti

mercoledì 29 agosto 2012

CHEESECAKE MONOPORZIONE AI FRUTTI DI BOSCO

Un' idea per preparare una merenda o un dessert che non richiede troppo tempo.
In questa versione "Mignon" li trovo graziosi accompagnati da macchi rosso porpora.
I ragazzi adorano il sapore del cheesecake tradizionale, 
ma devo dire che l'accostamento 
tra l'aspro dei mirtilli e la panna è molto piacevole.


Un tocco di colore che regala allegria


I mini cheesecake appena sfornati

Un primo piano dei miei cheesecake


Ingredienti per 8 cheesecake:
-  100gr di biscotti secchi
-  80 gr di burro
-  150 ml di panna fresca
-  100 gr di filadelfia
-  3 cucchiai di zucchero di canna
-  1 vanillina

Per il riempimento:
-  350 gr di mirtilli
-  100 gr di mirtilli per la salsa
-  80 gr di zucchero

Procedimento per la ricetta:
Tritare i biscotti con un mixer insieme al burro precedentemente fuso. In una ciotola frullare la panna, il filadelfia, lo zucchero, la vanillina e l'uovo.
Ora imburrare gli stampini di alluminio e foderarli con il composto.
Riempire per tre quarti i gusci con l'impasto.
In una padella cuocere i mirtilli con poco burro.
Sformare i cheesecake, lasciarli raffredare per pochi minuti e poi matterli in freezer per una ventina di minuti.
Frullare 100 gr di mirtilli cotti aggiungendo poco latte, creando una salsa.
Impiattare due cheesecake con a lato delle gocce di salsa e una pioggia di zucchero a velo.

LE PROPRIETA' DEL MIRTILLO

MIRTILLO
Frutto tipico del sottobosco, il MIRTILLO ha tradizioni antichissime e viene utilizzato per curare diverse tipologie. Secondo alcune recenti ricerche, queste piccole bacche, sarebbero dotate di un enorme quantitativo di sostanze antiossidanti, in grado di prevenire patologie cardiovascolari, protegge dai tumori.
Dunque hanno un duplice scopo: da una parte rappresentano una fonte di alimento, dall'altra vengono utilizzati come medicamento.



domenica 26 agosto 2012

CESTINI DI GRANA E PECORINO RIPIENI DI GNOCCHI AL NERO DI SEPPIA, COZZE E SALSA DI PECORINO


Tra le tante ricette di mare, quelle al nero di seppia mi affascinano.
l colore intenso impressiona chi non ha mai provato questo piatto.
Questi gnocchi al nero di seppia a base di cozze,
sono resi più gustosi e scenografici,
serviti nel cestino di reggiano e pecorino.




Ingredienti per 4 persone:
-  1kg e 200g. di gnocchi di patate 
- 1 kg. di cozze
-  1 vescica di nero di seppia
-   200gr di pecorino romano
-   100gr di reggiano
-  aglio
-  6 pomodori pachino
- prezzemolo
- olio pepe.

Preparazione della ricetta:
Prepariamo i cestini di parmigiano e pecorino:
Mettete sul fuoco un padellino antiaderente di circa 20 cm. di diametro e lasciatela scaldare.
Quando la padella è calda cospargete il fondo con un mix di pecorino e parmigiano. Non si devono vedere buchi.
Dopo pochi secondi la superficie diventa dorata. Mentre cambia colore con una spatola di plastica staccatela dal fondo e spegnete il fuoco e mettetela fu una ciotola rovesciata per dargli la forma. Lasciatela raffreddare.

Pulire molto bene le cozze, e lavarle a lungo sotto l'acqua corrente.
In una padella calda metterci le cozze e sigillare con un coperchio.
Appena aperte fatele raffreddare, e separarle dai gusci, lasciando intere le cozze per la guarnizione e filtrare l'acqua rilasciata dai gusci e metterla nelle cozze sgusciate per mantenerle morbide.
In una ciotola di vetro versare il liquido delle cozze filtrato, aggiungere prezzemolo tritato e 1 etto di pecorino e mescolate fino ad ottenere una salsa.
In un altra padella che conterrà gli gnocchi fate imbiondire due spicchi d'aglio in abbondante olio e prezzemolo tritato, , ora aggiungete tutte le cozze e insaporire per due minuti.  NON METTETE SALE. 
Spegnete e lontano dai fuochi aggiungete la salsa e mescolare.
Una volta scolati gli gnocchi ripassarli nella padella.

Tempo indicativo di preparazione:25 minuti
Tempo indicativo per la cottura: 10 minuti
Tempo totale della ricetta: 35 minuti

venerdì 24 agosto 2012

SPAGHETTI ALLE COZZE IN BIANCO


SI....LO SO...!!!!!
Questa ricetta non è ne originale ne particolare, ma anche i piatti della tradizione vanno documentati.
Spesso, la semplicità degli ingredienti e ell'esecuzione 
sono la premessa per un risultato finale eccezionale,
sempre che la materia prima sia di assoluta freschezza.
Avere l'opportunità di vivere vicino a delle località di mare significa avere sempre sotto gli occhi tante pescherie che ti invogliano a comprarlo.
Ed io non mi lascio mai scappare l'occasione per cucinarlo.


Ingredienti per 4 persone:
-  400grammi di spaghetti trafilati al bronzo
- 1 kg. di cozze
- prezzemolo
- olio pepe.

Preparazione della ricetta:
Pulire molto bene le cozze, e lavarle a lungo sotto l'acqua corrente.
In una padella calda metterci le cozze e sigillare con un coperchio.
Appena aperte fatele raffreddare, e separarle dai gusci, lasciando intere le cozze per la guarnizione e filtrare l'acqua rilasciata dai gusci e metterla nelle cozze sgusciate per mantenerle morbide.
In un altra padella che conterrà la pasta, fate imbiondire due spicchi d'aglio in abbondante olio e prezzemolo tritato, insaporire con due cucchiai, ora aggiungete tutte le cozze e insaporire per due minuti.  NON METTETE SALE. 
Togliete tutte le cozze e il loro sugo  dalla padelle e tenere da parte. La differenza viene ora!!
Nella stessa padella imbiondire nell'olio, aglio e peperoncino aggiungere il liquido di cottura e finire di cuocere la pasta scolata. La pasta rilascerà l'amido creando una cremina e solo allora quando gli spaghetti hanno raggiunto la cottura desiderata aggiungere tutte le cozze e un giro di olio abbondante.
Impiattare  con alcune cozze intere e cospargere di prezzemolo e pepe macinato al momento.

Tempo indicativo di preparazione:15 minuti
Tempo indicativo per la cottura: 20 minuti
Tempo totale della ricetta: 35 minuti


Una poesia di profumi e di sapori:

LA COZZA

Brutta, sporca, scura scura,
dentro il mar non fa figura.
Ma se è pronta da mangiare,
è davvero un altro affare!
Delle cozze gratinate
ne puoi fare scorpacciate.
La ricetta più apprezzata
 è la cozza all'impepata.
Assolute o all'occasione
con un poco di limone,
queste cozze sono egregie.
Sono come le ciliegie:
una sola ti si strozza,
ma da una cozza nasce cozza.
Mangiar cozze non fa male,
se non superi il quintale.








giovedì 23 agosto 2012

INSALATA RICCA


Adoro la bresaola e abbinata al carpaccio di funghi 
e rucola è sensazionale.
In fondo è una classica insalata di bresaola, rucola, funghi champignon, reggiano, qualche pachino e la scorza di limone.
Da servire come piatto unico


Ingredienti per 4 persone:
- rucola a sufficienza
- 400g. di funghi champignons
- 300 g. di bresaola
- 15 pachino
- 300g di parmigiano reggiano
- olio extravergine d’oliva

- 1 limone
- sale e pepe
Descrizione della preparazione:
 La descrizione della ricetta è nel titolo, basta leggerlo attentamente.
Un consiglio però ve lo voglio dare, per rendere il piatto più bello e gustoso agli occhi.
Non presentare la bresaola adagiata sul piatto e i vari ingredienti sopra, ma presentarla in maniera voluminosa.
Stendere un letto di rucola e salarla leggermente, sopra la bresaola sfilettata e vaporosa e solo ora aggiungere i funghi, le scaglie di reggiano, i pachino intorno e scorza di limone.  Ora condire con sale e una dose generosa di olio extra vergine  di oliva.                                                         
Tempo indicativo di preparazione: 15 minuti

lunedì 20 agosto 2012

CROSTINI DI PANE CON PRIMO SALE E PEPERONI ARROSTO


Questi crostini primo sale e peperoni sono un' ottima  idea per un aperitivo finger food o semplicemente come antipasto prima di una grigliata in compagnia!


Ingredienti per 6 persone:
- pane casareccio
- 400g. primo sale
- 2 peperoni rossi
- prezzemolo
- olio
- sale

Descrizione della preparazione:
Tagliare il pane a fette alte almeno 5 cm. e ricavarne dei tozzetti con la crosta.
Nel frattempo arrostire in forno caldissimo i peperoni, quando sono arrostiti, spellarli, dopo averli tenuti per pochi minuti chiusi in una busta di plastica.
Ricavare dai peperoni puliti, dei filetti e marinarli per un paio d'ore in una emulsione di olio, prezzemolo e aglio a pezzetti, sale e pepe.
In una padella scaldare abbondante olio, farlo insaporire con l'aglio che toglierete appena sarà dorato.
Quando l'olio sarà bollente ripassarci i tocchetti di pane e renderli croccanti.
Togliere i tocchetti di pane, quindi impiattare i crostini con la mollica verso l'alto, adagiarci delle fettine di primo sale e sopra disporre i filetti di peperone.
Finite il piatto con un giro di olio, del prezzemolo tritato, che io mi sono dimenticato.
Servire caldi o freddi, secondo le vostre esigenze.
Buon appetito a tutti!

Tempo indicativo di preparazione:  2 ore per la marinatura
Tempo indicativo per la cottura:  5 minuti
Tempo totale della ricetta: 125 minuti


sabato 18 agosto 2012

TRIGLIE IN CAMICIA DI PORRO CON CREMA DI LIMONE

Dopo una giornata di mare, una passeggiata 
nella bianchissima Sperlonga. 
Il risultato?
Una piacevolissima sosta in una pescheria, qui allunghi una mano e accarezzi un orat, ti protendi in avanti e sei faccia a faccia con una aragosta. 
Niente di meglio, ma l'occhio va su delle coloratissime triglie di scoglio.
Mi piace il gusto della loro carne particolare, 
le ho quindi subito prese e pensato ad una ricetta.
Volevo qualcosa di estivo e così ho optato per una cottura veloce, utilizzando una piastra, poi per dar sapore e colore, le ho incamiciate con delle foglie di porro, 
ho quindi dato un pò di fresco con una riduzione di limone.
Una ricetta davvero semplice da preparare ma molto saporita, veloce da preparare e che porta il mare in tavola.
Ingredienti per 4 persone:
- 8 triglie medie
- 3 porri
- 2 limoni
- prezzemolo
- sale pepe
- olio extra vergine di oliva

Descrizione della preparazione:
Incidere per la lunghezza i porri e ricavarne una decina di foglie intere, quindi lessarle in acqua bollente per pochi minuti, stenderle ed asciugarle.
Con una foglia di porro ricavare dei nastri di circa un centimetro.
Prepariamo una riduzione di limone: in un pentolino un succo di limone, un bicchiere di acqua, pochissimo sale e pepe, portare ad ebollizione e poi aggiungere dell'amido di mais o un cucchiaino di farina. Fare bollire, mescolando bene con una frusta fino ad ottenere una crema densa.
Preparare una salsina con del prezzemolo tritato, olio e limone e passarne una metà sulle triglie incise.
Ora in una padella antiaderente o una piastra bollente, adagiarci le triglie e tenerle due o tre minuti per parte, anche dalla parte della pancia, ma solo una volta.
Ancora calde adagiarle sulle foglie di porro, legare le estremità con i nastri di porro e tagliare le estremità in eccesso.
Rimettere le triglie incamiciate sulla piastra per scaldare il porro e servire su un piatto, con la crema di limone, la salsina di prezzemolo, scorza di limone e un filo di olio di oliva

Tempo indicativo di preparazione: 12 minuti
Tempo indicativo per la cottura: 8 minuti
Tempo totale della ricetta: 20 minuti

Le foto della ricetta

Le triglie condite con la salsina al prezzemolo 

Mi raccomando pochi minuti per parte, compresa la pancia ma solo una volta dalla stessa parte
In questa foto come si presentano le foglie di porro lessate, asciugate pronte ad accogliere le triglie

La riduzione del succo di limone deve presentarsi piuttosto densa

giovedì 16 agosto 2012

FETTUCCINE AL NERO DI SEPPIA CON FILETTO DI CERNIA E FIORI DI ZUCCA

Con queste temperature si sente l'esigenza di mangiare qualcosa di leggero, ma che sia allo stesso tempo gustoso e sfizioso.
 La soluzione ideale per abbinare le due cose è data 
dalla cernia che io apprezzo molto. 
Non sarà un piatto  innovativo, anzi è un piatto piuttosto noto e utilizzato che ho però rivisitato.
 Un po' per curiosità e voglia di fare esperimenti, un po' per arricchire il  filetto di cernia, insomma, l'ho abbinato ai fiori di zucca che si caratterizzano per il loro colore acceso e il gusto deciso .
Un connubio perfetto di sapori  e colori.
Infine, ho voluto usare una pasta che mi appagava la vista con un sorprendente contrasto cromatico




Ingredienti per 4 persone:
- 400gr. di fettuccine al nero di seppia
- 1 filetto di cernia di circa 250 grammi
- circa 15 fiori di zucca

- 6 fiori di zucca disidratati
- mezza cipolla
- sale e pepe
- olio extravergine d’oliva
Descrizione della preparazione:
In una padella con cui andremo a mantecare la pasta, mettere dell'olio di olivo abbondante e far diventare una mezza cipolla trasparente aggiungendo mano a mano dell'acqua. Quando la cipolla si è sfaldata, aggiungere il filetto di cernia tagliato a dadini e far cuocere   1 minuto , salare e pepare e aggiungere i fiori tagliati al coltello e cuocere per un altro minuto.

Cuocere la pasta, scolarla per bene e mantecarla nella stessa padella . Se necessario aggiungere un filo di olio e acqua di cottura per renderla morbida.
Fare un nido di fettuccine con un forchettone e adagiare su un bel piatto, decorare con fiori disidratati e del pepe nero fresco.
                                                                                                       
Tempo indicativo di preparazione: 15min
Tempo indicativo per la cottura: 5min
Tempo totale della ricetta: 20

Non tutti sanno come si disidratano i fiori di zucca



Aprire e pulire i fiori con acqua corrente ed asciugarli.
Stendere delicatamente e con cura i fiori di zucca su un foglio di carta da forno e ricoprirlo con un altro.
Metter questi fogli in una rivista con un peso sopra. 
Dopo tre e quattro giorni i fiori saranno completamente disidratati pronti per decorare i  vostri piatti.



Ecco come si presenta la salsa pronta ad accogliere la pasta per la mantecatura