venerdì 28 settembre 2012

RANA PESCATRICE PORCHETTATA ALL'ARANCIA


La rana pescatrice è un pesce dalla carne ottima, che può essere cucinato in tantissimi modi, non solo arrosto, 
al forno o in umido.
Di solito viene venduta solo la coda ed è un peccato, perchè con la testa ci si fa un ottimo brodo.
Inoltre, questa ricetta, posso presentarla in due modi.
Io ne ho fatto un involtino morbido all'interno e croccante all'esterno con un retrogusto all'arancia.







Come si presenta l'involtino pronto per la cottura in forno




Ingredienti per 4 persone:
-  2  piccole code di rospo 
-  2 asparagi
-  2 fettine di prosciutto di parma
-  2 arance
-  olio
-  pepe
-  mezzo cucchiaio di farina 

Preparazione della ricetta:
Lessare per pochi minuti gli asparagi in acqua bollente.
Ricavare delle fette da un arancia e e spremere il succo di un altra arancia.
Aprire la rana pescatrice  a libretto eliminando con un coltellino affilato la spina dorsale centrale.
Salarla ed al centro mettere un asparago. Ora adagiare la rana pescatrice sopra una fetta di prosciutto salare, pepare e richiudere ad involtino.
Placcare una piccola pirofila che contenga gli involtini con carta forno, coprirla con le fettine di arancia e adagiarci gli involtini condire con olio una parte del succo ed infornare per 20 minuti a 180 gradi.
Nel frattempo in un pentolino mettete il rimanente succo un giro di olio e mezzo cucchiaio di farina, mescolate con una frusta su  fuoco moderato fino ad ottenere una cremina.



Tempo indicativo di preparazione:5 minuti
Tempo indicativo per la cottura: 15 minuti
Tempo totale della ricetta: 20 minuti


Può un pesce così brutto esser così delizioso?!




La coda di rospo offre un tipo di carne magra e ricca di sali minerali, 
in particolare di potassio, fosforo e sodio.
Essendo piuttosto magra, non può essere considerata una fonte interessante di omega 3.


lunedì 24 settembre 2012

INVOLTINI DI PROSCIUTTO CON ASPARAGI GRATINATI ALLA RICOTTA

Come preparare un secondo piatto leggero 
e gustoso allo stesso tempo?
Una ricetta semplice,veloce ma con personalità:
gli involtini di asparagi e prosciutto.
Questa è una ricetta facilissima da preparare che potrà farvi gustare in modo semplice questa pianta-ortaggio.
Gli involtini di asparagi e prosciutto 
non sono altro che un connubio gustoso tra i nutrienti ortaggi e i classici prosciutto e ricotta.
Sono una squisitezza e si possono servire sia come secondo piatto che come antipasto caldo.


  1. Ingredienti per 4 persone:
    -  16 asparagi
    -  200 gr. di ricotta di mucca
    -  4 fettine di prosciutto di parma
    -  mezzo bicchiere di latte
    -  pepe

    Preparazione della ricetta:
    Mondare gli asparagi, staccando la parte finale legnosa e con un pelapatate pulire il gambo finale.
    Lessare gli asparagi puliti in acqua salata bollente per circa 12  minuti ( dipende dalla grandezza dell'asparago).
    Scolare gli asparagi e lasciarli asciugare.
    Stendere una fetta di  prosciutto adagiarci i 4 asparagi a mazzetto e al centro una manciata di ricotta.
    Avvolgere il tutto con il prosciutto formando degli involtini.
    Su una placca da forno rivestita con carta-forno allinearci gli involtini e cospargerli con il latte ed una spolverata di pepe.
    Lasciare cuocere in forno caldo a 180° per circa 8 minuti.
    Impiattate con la cremina formatasi ed un ulteriore macinata di pepe fresco.


    Tempo indicativo di preparazione:15 minuti
    Tempo indicativo per la cottura: 8 minuti
    Tempo totale della ricetta: 23 minuti



                       UN PIENO DI ENERGIA

                       

    Una verdura ricchissima di virtù e di proprietà benefiche 
    è certamente l'asparago.
    Gli asparagi contengono vitamine importanti quali la A e tutte le vitamine del gruppo B, nonchè elementi minerali quali sodio, potassio, fosforo, magnesio, ferro, zinco, rame e iodio. Dato l’alto contenuto di potassio, gli asparagi rappresentano un valido aiuto per il buon funzionamento del cuore e dei muscoli.




giovedì 20 settembre 2012

SPIEDINO DI POLLO ALLE SPEZIE ORIENTALI CON RISO BASMATI E SALSA TZATZIKI

La cucina greca mi piace e molto.
In questi primi giorni di clima più mite mi è venuta una gran voglia di cucina colorata 
che profumi di aria all'aperto



Ingredienti per 4 persone:
Per gli spiedini:
-  800 gr. di petto di pollo
-  mezzo litro di latte 
-  Curcuma ,Paprika piccante, Curry, Peperoncino
-  150 gr. Riso basmati
Per il Tzatziki
-  150 gr. di yogurt greco
-  1 cetriolo
-  2 spicchi d'aglio
-  1 cucchiaio di olio
-  1 cucchiaino di aceto
-  sale q.b.
-  pepe 

Preparazione della ricetta:
Innanzitutto mette  nel latte tutte le spezie e i bocconcini di pollo precedentemente tagliati a marinare per almeno un paio di ore.
Grattate il cetriolo con una grattugia con fori larghi.
Mettete la polpa del cetriolo in un colino, salate e lasciate sgocciolare, fino a aquando ha perso la sua acqua di vegetazione.
Nel frattempo tritate l'aglio con l'apposito attrezzo. Quando il cetriolo avrà perso l'acqua, unitelo con lo yogurt e l'aglio in una ciotolina.
Versateci l'olio e l'aceto e amalgamate bene il tutto. Infine salate decorare con un paio di olive e delle fettine di cetriolo
Preparate il riso basmati secondo le indicazioni riportate sulla vostra confezione.
Ora non rimane che infilare i bocconcini di pollo scolati, nei bastoncini di legno
Preparare una padella con olio caldo e cuocere a fuoco medio gli spiedini rigirandoli mano  a mano che prendono un colore deciso, accompagnandoli nella cottura con la salsa di marinatura.
Impiattare gli spiedini sopra il riso basmati e la salsa tzatziki


Tempo indicativo di preparazione:10 minuti
Tempo indicativo per la cottura: 10 minuti
Tempo totale della ricetta: 20 minuti





LO SAPEVATE CHE............

1         La Curcuma ha il potere di stimolare le funzioni vitali del nostro organismo.
 Si usa nei risotti, con il pollo e sulla pasta.
L'ideale è usarlo al posto dello zafferano.

                    2                     Lo Zafferano è utile nel caso di attacchi asmatici, rafforza il sistema bronchiale.
Si usa non solo nel risotto, ma anche nel purè di patate.

     3                       Il Curry è costituito da un insieme di specie che stimolano l'organismo. 
Si usa nel condire ogni piatto a base di riso o pasta.
Ottimo usato in polvere sulla carne grigliata




sabato 15 settembre 2012

FETTUCCINE ROSA AL PROFUMO DI BURRO CON SCAGLIE DI FORMAGGIO DI FOSSA


Basta una rapa rossa e la cucina si tinge di rosa…


Basta una rapa rossa e la cucina si tinge di rosa…
Ingredienti per 4 persone:
- 400 gr. farina 00
- 2 rape rosse
- 4 uova
- 200 gr. formaggio di Fossa
- 80 gr. burro
- olio
Descrizione della preparazione:
Preparare la pasta all’uovo con il procedimento che vi è più facile, aggiungendo il succo di due rape rosse cotte frullate e passate al colino. Otterrete una pasta morbida: fatela riposare in frigo coperta con la pellicola.
Fare quindi delle fettuccine e lasciarle asciugare. Mettere a cuocere la pasta in una pentola con abbondante acqua salata; nel frattempo in una padella ampia fate sciogliere il burro a fuoco basso. Prendete le fettuccine direttamente dalla pentola senza scolarle, adagiatele nella padella tenendole umide con l’acqua della cottura e mantecare. Servire la pasta in un bel piatto con un giro di olio di oliva, del pepe macinato e una pioggia di scaglie di formaggio di Fossa. Buon appetito!!
Tempo indicativo di preparazione: 30 minuti
Tempo indicativo per la cottura: 5 minuti
Tempo totale della ricetta: 35 minuti

lunedì 10 settembre 2012

RAVIOLI CAPRESI


Un tuffo dove l'acqua è più blu....., 
dove i sapori freschi e intensi e un impasto delicato 
che avvolge un ripieno profumato e filante.
I Ravioli Capresi si chiamano così perchè all'interno hanno la ricottina fresca che si produce a Capresi e
vengono conditi con sughetto fresco di pomodoro.
Un consiglio,
preparatene tanti perchè, come i baci tra gli innamorati.
uno tira l'altro.

Ingredienti per 4 persone:
Per il ripieno:
-  basilico
-  1 uovo
-  150 gr. di ricotta fresca vaccina
-  100 gr. di prosciutto cotto
-   100 gr. di parmigiano 
Per il condimento:
-  100 gr di parmigiano
-  600 gr. di pelati
-  200 gr. di mozzarella 
-   mezza cipolla
Per i ravioli:
-  250 gr. di farina 00 e 250 gr. di farina 0
-  5 uova
-  acqua quanto basta

Preparazione della ricetta:
Per la farcia: in una ciotola mettere la ricotta , il prosciutto cotto sminuzzato,il parmigiano, l'uovo e il basilico, sale e pepe. Amalgamare bene tutti gli ingredienti
Una volta preparato l'impasto, secondo le più classiche regole,  con la macchina, iniziate dallo spessore massimo e riducete piano piano, poi sulla seconda e poi direttamente fino allo spessore desiderato.
Spolverate di farina un rettangolo di pasta e alternare delle palline, non troppo piccole di farcia, e richiudere la sfoglia su se stessa. con i polpastrelli pressare leggermente e con un coppapasta tagliare a semicerchio. Poi con una forchetta fare aderire le estremità. Non preoccupatevi, non è difficile.
Prepariamo un sughetto semplicissimo con un filo di olio, rosolare la cipolla poi aggiungere i pelati il basilico e cuocere per circa 10  minuti. 
Io uso dei pirex monoporzioni, ma si può usare una pirofila di adeguate misure in modo da fare un paio di strati di ravioli. Quindi fare uno strato di sugo e alternare i ravioli al sugo,  coprirli di sugo e sopra coprire con la mozzarella a dadini. Infornare 180 gradi per 15 minuti. Non rimane che impiattarli con una pioggia di parmigiano e foglioline di basilico.

Tempo indicativo di preparazione:25minuti
Tempo indicativo per la cottura: 15 minuti
Tempo totale della ricetta: 40minuti


La sfoglia deve essere tosta e rugosa che aiuta a prendere meglio il  condimento



NEL BLU....DIPINTO DI BLU....                                                                                                                                                                     

Da Luigi ai Faraglioni


Scendere da Capri per Marina Grande di sera è un sogno! 
La confusione del giorno, viene sostituita da un atmosfera eterea.
Tutto  è calmo....il mare e l'atmosfera.
E' qui che ho mangiato per la prima volta i Ravioli Capresi.
E' un ristorante molto accogliente, elegante e dalla posizione ottima e piacevole.
E'  ideale per una cena romantica


venerdì 7 settembre 2012

RISOTTO ALLA GAETANA

Si tratta di un tipico piatto della cucina laziale,
o meglio della città costiera di Gaeta.
Nata come un piccolo borgo di marinai esperti nella pesca del polpo verace, Gaeta, che cucinavano il polpo 
in modo semplice e gustoso. 
E' una preparazione che rende il polpo tenerissimo e saporito grazie alla presenza di capperi, delle olive e dei pomodorini.
Quasi indispensabile la presenza delle olive marroni di Gaeta, 
un oliva marrone scura,carnosa, 
il cui osso si snocciola facilmente.




Ingredienti per 4 persone:
-  500.gr. di riso Carnaroli
-  1 polpo da 1 kg.
-  capperi
- olive di Gaeta
- 500 gr. di pelati
-  1 bicchiere di vino bianco secco
-  brodo vegetale.
- prezzemolo
-  aglio olio pepe.

Preparazione della ricetta:
Pulire il polpo sotto l'acqua corrente e con le forbici togliere le ventose più grosse.
In una pentola che contenga il polpo, fare rosolare in olio, l'aglio e toglierlo subito. Mettere il polpo con li tentacoli  in giù, rosolare per pochi minuti e sfumare con del vino bianco secco.
Quando il vino è sfumato, versarci i pelati tagliati grossolanamente e coprire il polpo con dell'acqua.
Salare e pepare, dopo circa mezz'ora aggiungiamo i capperi e le olive di Gaeta intere. Lasciare cuocere a fuoco moderato con il coperchio. Dopo circa 45 minuti con una punta di coltello assicuratevi che il polpo sia cotto. Spegnete e lasciate raffreddare il polpo nel suo sugo, più tempo che potete.
Tagliare il polipo a pezzi lasciando interi dei tentacoli pe la decorazione finale.
Ora prepariamo il riso.
In una pentola larga, con poco olio facciamo imbiondire una cipolla che poi verrà tolta.
Versiamo il riso e facciamolo tostare, mescolare perchè non si attacchi, versare mezzo bicchiere di vino bianco e farlo sfumare.
Iniziamo ad aggiungere il brodo vegetale a mestoli e mescolare, a metà cottura mettiamo il polpo con il suo sugo, e portarlo a cottura aggiungendo piano piano il brodo caldissimo. 
Tenerlo leggermente al dente e lasciarlo riposare alcuni minuti.
Impiattare il riso  e servirlo con un abbondate manciata di prezzemolo tritato, del pepe macinato e i tentacoli.


Tempo indicativo di preparazione:45 minuti
Tempo indicativo per la cottura: 20minuti
Tempo totale della ricetta: 65 minuti




Dalla tipica colorazione violacea e dalla caratteristica forma ovale le olive di Gaeta, conosciute anche con il nome di Itrana del Lazio, presentano una polpa mediamente carnosa ed un gusto tipico tendente all’amarognolo con un leggero sentore salato. Queste olive vengono raccolte ad inizio primavera nel pieno della maturazione e sono talmente apprezzate da essere eccellente accompagnamento in vari piatti e utilizzi secondo le ricette tradizionali della gastronomia del nostro Paese. Ecco quindi che le olive di Gaeta sono apprezzate come stuzzichino, come ingrediente di insalate, pasta, sughi, piatti di pesce e di cacciagione. La versatilità che contraddistingue questa oliva le ha fatto guadagnare l’appellativo di “Regina” delle olive.